OpenWine Torino 2019

Particolarmente positivo l’OpenWine di Torino. L’evento nel capoluogo piemontese, che si è tenuto il 7 ottobre, ha registrato un successo in termini di soddisfazione dei clienti e di novità delle proposte.

Oltre 1000 i partecipanti presenti nell’affascinante location della Palazzina di Caccia di Stupinigi per un vero e proprio viaggio enologico che ha visto coinvolte per l’occasione 45 aziende del portfolio Partesa, con 8 presenze internazionali e una ricca rappresentanza di 14 regioni italiane. 256 le referenze degustate per un’esplorazione enologica nel territorio italiano e internazionale.

 

Ha particolarmente affascinato la presentazione della nota distilleria Piemontese “Antica Distilleria Montanaro” con referenze di Grappe di territorio e un’antica ricetta tradizionale di Barolo Chinato. Grande successo ha ottenuto la degustazione di uno protagonisti assoluti della giornata, lo Champagne Drappier, con le aperture di vecchi millesimi di Carte d’Or. Un successo che rimarca l’eccellenza internazionale della storica Maison in esclusiva di Partesa per tutto il mercato italiano.

 

Un’altra novità d’Oltralpe ha saputo conquistare i partecipanti: per la prima volta, direttamente dalla Germania, è stata ospite a OpenWine Torino Gabrielle Weegmüller in rappresentanza dell’omonima azienda produttrice. La Weegmüller, ultima erede delle undici generazioni della famiglia che si sono tramandate l’arte vinicola, ha potuto incontrare i presenti per raccontare le ultime proposte della importante azienda.

 

OpenWine Torino si è confermato ancora una volta un evento in grado di creare sinergie e dare valore al business e all’intera filiera.

 

Vi aspettiamo nel 2020.


Condividi su